News

Nei “contenuti di qualità” si nasconde il segreto di una buona strategia SEO. Ma cosa intendiamo dire?

Copia di News_SEO_2_DataNet-2

Cari amici, continuando a parlare dell’importanza di una buona strategia SEO per quelle aziende che vogliono “sfondare” online, questa volta vogliamo soffermarci sul significato di arricchire il proprio sito web di “contenuti di qualità”. Un concetto che abbiamo già menzionato in un recente articolo (LEGGI QUI), ma che adesso vi spieghiamo nel dettaglio.

Il concetto di qualità, che non è affatto una cosa oggettiva, dipende dalla soggettività di chi la deve valutare. Quindi, attenzione a pensare che il contenuto di qualità sia automaticamente quello che si posiziona ai primi posti della Serp del motore di ricerca. E’ vero che secondo Google “il contenuto è il Re” (“Content in the King” dice Google).
E’ anche vero che secondo i maggiori esperti di SEO un “contenuto di qualità”, detto in maniera spicciola, deve essere:

  • unico;
  • originale;
  • di valore

e può essere definito tale se:

  • contiene molte informazioni attinenti al tema
  • è realizzato intorno all’esigenza di ricerca dell’utenza
  • fa uso di un linguaggio coerente con l’argomento trattato

Ma per quanto risultino essenziali i punti elencati da queste voci autorevoli, la nostra definizione di “contenuto di qualità” dentro un web site è un pò più profonda:

per noi di S4U DataNet è quel contenuto che risponde perfettamente alle esigenze dell’utente e soprattutto, alle query che lui scriverebbe quando interroga un motore di ricerca (è proprio il punto di partenza e cioè, mostrare una pagina di qualità che risponde esattamente all’intenzione dell’utente).

Riuscire a costruire il buon contenuto pensate che, solo quest’azione vi permette di essere la risposta al consumatore che chiunque vorrebbe, cioè quello che sta cercando con intenzione e interesse il vostro prodotto e grazie alla vostra strategia del contenuto, trova in voi la risposta.

Pertanto, il buon contenuto oltre ad essere “unico”, “originale” e “di valore”, deve anche – e soprattutto – essere strategicamente costruito oltre che risultare “utile” e “significativo”.

Sembra semplice, vero? Ma non lo è. Infatti, è importante tenere sempre presente che, la stesura e l’applicazione di una vera strategia SEO, è un lavoro altamente professionale e di team che prevede, tra le tante cose:

  • la preventiva definizione del target al quale ci si vuole rivolgere e realizzare il contenuto più utile a questo;
  • lo studio dei termini chiave più attinenti e i corrispondenti trend di ricerca, riguardanti il tema che si intende presentare:
  • una costante verifica dell’adeguatezza dei contenuti rispetto alle intenzioni di ricerca;
  • una congrua realizzazione e inserimento di testi, immagini, informazioni tecniche di base e, nel caso di schede prodotto, l’utilizzo della forma migliore di comunicazione per agganciare i propri utenti/clienti;
  • avere chiaro che i contenuti del proprio sito devono essere letti bene sia dai motori di ricerca che dalle persone.

Creare un contenuto vincente fa senz’altro la differenza. Richiede un impegno dedicato e una capacità specializzata ma se comprendete come la prima pagina di Google corrisponda a dire “fatturato”, vi rendete conto che una buona strategia SEO è il primo traguardo da raggiungere.
Sappiate che il buon contenuto produce utenza utile ogni giorno e resta in pasto ai motori di ricerca anche negli anni.

Per conoscere meglio altri aspetti importanti e anche pratici relativi al tema SEO, non dovete fare altro che compilare il form qui sotto e avviare, gratuitamente e senza impegno con un nostro consulente esperto, un primo approccio, anche per verificare lo stato di salute della vostra SEO.

Altre News


Come si è trasformato il marketing? A quali prospettive di “valore” bisogna puntare?

La storia del mercato internazionale ci dice che, nella struttura stessa del mercato, il consumatore con le sue esigenze, le sue scelte e la sua volontà è sempre più protagonista. Le tendenze del marketing moderno ne sono testimonianze.

Quali variabili del valore riusciamo a controllare tramite il marketing?

Quello del “Marketing Mix delle 4P”, pur non tenendo conto della complessità dei mercati, è per le aziende la teoria più semplice da seguire e da attuare, ed è quella che consente di raggiungere obiettivi tangibili nel minor tempo. Seguiteci nell’analisi.

“Creare valore” a misura del cliente aumenta il fatturato delle vostre attività.

Per cominciare bene il percorso, un’azienda deve, prima di tutto, mettersi nei panni del cliente e capire a fondo come esso percepisce il valore della vostra offerta, tale che possiate dire di avere superato la fase di identificazione.