News

Volete sapere come costruire il vostro “secondo Natale” commerciale e aumentare il fatturato delle vostre aziende?

News_impression_DataNet-2

Cari amici imprenditori, fra le prime cose a cui pensate quando intendete migliorare le vostre vendite, non c’è, per caso, la percentuale di sconto che potete applicare?
Ma diteci la verità. Pensate anche a ciò che rende appetibile l’acquisto al vostro potenziale cliente? 

Bene, se si vuole applicare la “politica degli sconti”, bisogna fare molta attenzione e studiarsela bene, perchè la storia delle vendite degli ultimi anni dimostra che gli sconti hanno un maggiore successo, quando si uniscono ad una propensione alla spesa delle persone dovuta a diversi fattori (cultura, aspettative, bisogni, comunicazione, etc).
Un esempio? Il Black Friday.  Negli ultimi anni la notorietà del celebre “venerdì nero” è cresciuta sempre di più, inflazionando anche le strategie commerciali originarie e coinvolgendo settori distanti dalla sua storia coinvolgendo l’immobiliare, il settore automobilistico, la ristorazione, etc

L’analisi di questa storia indica una strada precisa da intraprendere: lo sconto se è veramente “unico” e viene proposto per pochissimo tempo, incentiva il consumatore ad acquistare e facilita il vostro fatturato.

Quello che vogliamo dirvi è: la vendita non si migliora con i soli sconti, ma, se questi sono mega e offerti in determinati momenti e per pochissimo tempo, allora la strategia può essere vincente.

Insomma, non può esserci un intero mese di black friday! Al massimo può esserci, ogni tanto, un mercoledì o un lunedì di black friday. 

Trovate un “secondo Natale”

Nella pratica, uno dei segreti del modello che noi di S4U DataNet proponiamo alle nostre aziende-partner è quello di acquisire la capacità di trovare un “secondo Natale”! Un secondo periodo come quello delle festività natalizie in cui la propensione alla spesa delle persone è notevolmente sviluppata. Chiunque è consapevole del potere delle promozioni in questo periodo, ma è anche vero che il Natale quando arriva, arriva per tutti e se tutti adottano la stessa strategia – e propongono al pubblico le loro migliori offerte -, il rischio è di confondersi e disperdere le proprie proposte nella “calca promozionale”. 

Per tale ragione noi vi invitiamo a “scoprire il vostro secondo Natale” attraverso i dati storici, gli scontrini emessi, gli ordini evasi, i commenti sui social post, gli studi di settore, il sentiment che c’è in giro. Tutte informazioni che voi avete ma che spesso non si mettono insieme, a legare e collegare unitamente tali informazioni, sino a presentare una proposta unica. 

Su questo, noi siamo in grado di aiutarti attraverso modelli sperimentati negli anni; siamo in grado di intercettare anche i minimi segnali e definire, insieme a voi, strategie che puntano alla conquista di questo secondo Natale. 

Volete un esempio concreto? Ebbene, voi sapete cosa sono i prodotti civetta? Il Prodotto civetta è un bene venduto a un prezzo particolarmente ridotto che viene usato come “esca” per attirare clienti verso il punto vendita e cercare di aumentare le vendite. Il ricorso ai prodotti o prezzi civetta presuppone la vendita di beni a prezzi più bassi rispetto a quelli normalmente previsti sul listino, riducendo così il margine di profitto associato alla relativa vendita. Ma come indica Philip Kotler “questa tecnica è valida se i ricavi derivanti dalle vendite aggiuntive compensano la riduzione dei margini di profitto dei prodotti civetta”

Ma vediamo la prossima domanda: voi conoscete i prodotti/servizi civetta che potreste offrire? Conoscete il modo migliore in cui questi vanno proposti? 

Se avete un idea di quale possa essere la risposta, se volete saperne di più su come utilizzare le vostre potenzialità inespresse per raggiungere un fatturato da “secondo Natale”, compilate il form a seguire e riceverete, gratuitamente e senza impegno, altre importanti informazioni utili al vostro caso. 

 

Altre News


Cos’è il modern search nella ricerca su Google? Vi raccontiamo quello che abbiamo fatto per i nostri clienti.

Il luogo più “esplorato” nel digitale è certamente il motore di ricerca e Google è in testa. Milioni e milioni di persone che esplorano contemporaneamente hanno reso Google un luogo dispersivo per fare emergere la personale proposta commerciale. Seguici nell’analisi.

Sapevate che la location dei vostri negozi è parte fondamentale per una vincente strategia digitale?

Quali sono le piattaforme a cui fare riferimento nella mia strategia di local Marketing? meglio Facebook o Instagram, oppure solo Google? A queste domande, diamo molto velocemente, delle risposte sintetiche. Seguiteci nell’analisi.

Come preparare le vostre aziende al Natale e come sfruttare al meglio, i benefici commerciali.

Continuiamo col parlarvi di strategie local marketing praticate online, da unire alle classiche attività al banco, tenendo a mente le tre parole chiave da ripetere come un mantra: pianificare, programmare, prevedere.