News

Come presentare la “scheda prodotto” nel vostro sito web? In che modo, questa, potrà migliorare le vostre vendite?

News_schedeprodotto_DataNet

Cari amiche e cari amici, insieme a voi oggi vogliamo ragionare sui risultati di una recente ricerca effettuata nel mercato digitale USA (il “2021 Consumer Research Report di Salsify”), che hanno portato ad un’interessante classifica dei fattori che catturano l’interesse degli utenti e che, in un sito e-commerce incidono sulla scelta di acquisto di un “Prodotto”.

La classifica piena di stuzzicanti spunti e che contribuisce alla maggiore conversione, è questa: 

  • 62% > Buone recensioni
  • 40% > Serie di immagini pertinenti
  • 38% > Rating
  • 36% > Informazioni precise e utili 
  • 25% > Visione a 360° del prodotto 
  • 22% > Foto prodotto contestualizzate in esempi di vita reale
  • 20% > Video illustrativi/dimostrativi 
  • 16% > Informazioni sul brand o sulla sua storia
  • 15% > Istruzioni tecniche (ad esempio montaggio, manutenzione, etc.

Anche se questa ricerca ha radici americane, pure qui, da noi, la “scheda prodotto” di un sito web deve mostrare esattamente le stesse identiche cose. Ovviamente, nella realizzazione di un “piano di sviluppo del proprio e-commerce, per usare al meglio questi spunti è utile analizzare il senso di ogni singola voce elencata, magari facendosi affiancare da professionisti del settore che vi aiutino a leggere, al meglio, i conseguenti effetti sulle dinamiche comportamentali degli utenti

Ma come ottenere di più dal proprio e-commerce?

Richiamando l’esempio sulle recensioni, che rappresentano l’elemento più importante che condiziona la scelta su un prodotto, è chiaro che nella fase di avvio del vostro sito internet queste non saranno ancora presenti. Quindi, in questo caso, si ha bisogno di attivare dei sistemi o dei form più o meno automatizzati, che abbiano il compito di invitare gli utenti a lasciare un commento, man mano si entra in relazione con quest’ultimi. Cioè, sia ha bisogno di una strategia sulle recensioni, mirata e personalizzata.

E’ chiaro che deve essere stilato un “Piano delle Recensioni” che contempli anche investimenti per una crescita costante ed immediata delle stesse: cioè, automatismi, richieste dirette, post-vendita, assistenza, tutti elementi da valutare, progettare e monitorare per ottenere le migliori valutazioni. E’ comunque imprescindibile che alla base di un buon e-commerce ci sia la progettazione di un “Piano dei Contenuti”: le immagini del prodotto saranno le protagoniste della rappresentazione. Seguono tutte le informazioni utili (i materiali, le misure, etc.), che dovranno essere inserite nelle giuste forme e modalità. Magari ci rifacciamo a qualche test iniziale di cui abbiamo già parlato in altri articoli (LEGGI).

Le informazione sul singolo prodotto, le sue caratteristiche, i “valori” che lo caratterizzano, devono essere catalogati dal retail, selezionati da esperti del marketing e poi definiti nelle singole “schede prodotto” nei rispettivi campi di appartenenza.  Logicamente, l’elaborazione di un piano di sviluppo dell’e-commerce prevede molto altro ancora. Che sia  un’attività nuova o già esistente, rivedendo la classifica con la quale abbiamo cominciato questo articolo, capiremo che la costruzione di ottime basi pensate e opportunamente applicate, darà ritorni economici più interessanti e di gran lunga superiori.

La vendita online non può, e non deve, essere lasciata al caso ma affidata a menti e mani esperte.

L’argomento è piuttosto ampio e merita ancora altri dettagli, quindi, se volete approfondire e saperne di più, compilate il form che segue e, gratuitamente e senza impegno, verrete contattati da uno dei nostri Esperti Consulenti che sarà lieto di illustrarvi quanto risulterà necessario. 

Altre News


Come si è trasformato il marketing? A quali prospettive di “valore” bisogna puntare?

La storia del mercato internazionale ci dice che, nella struttura stessa del mercato, il consumatore con le sue esigenze, le sue scelte e la sua volontà è sempre più protagonista. Le tendenze del marketing moderno ne sono testimonianze.

Quali variabili del valore riusciamo a controllare tramite il marketing?

Quello del “Marketing Mix delle 4P”, pur non tenendo conto della complessità dei mercati, è per le aziende la teoria più semplice da seguire e da attuare, ed è quella che consente di raggiungere obiettivi tangibili nel minor tempo. Seguiteci nell’analisi.

“Creare valore” a misura del cliente aumenta il fatturato delle vostre attività.

Per cominciare bene il percorso, un’azienda deve, prima di tutto, mettersi nei panni del cliente e capire a fondo come esso percepisce il valore della vostra offerta, tale che possiate dire di avere superato la fase di identificazione.